Referendum: a Toninelli (M5s) Roma sembra Santiago (1973)

IMG_7996.JPG

“Se dovesse vincere il sì al referendum, il rischio che corriamo è che questo clima di esasperazione possa trasformarsi in violenza o peggio porre le basi per la nascita di forze di estrema destra. Come sta avvenendo in tutto il resto d’Europa”. Così parlò Danilo Toninelli, illustre costituzionalista del Movimento 5 stelle, che di piazze ribollenti se ne intende essendo stato ufficiale di complemento dei carabinieri prima di approdare alla scrivania di una società di assicurazioni (e anche da questo punto di vista è uno che sa valutare i rischi). D’altro canto se Matteo Renzi è Pinochet secondo la vulgata del suo illustre collega Luigi Di Maio, è evidente che Roma debba assomigliare alla Santiago (capitale del Cile, sia chiaro, non del Venezuela…) dell’11 settembre 1973. In tutto, in fondo, c’è una coerenza. Anche nello spaccio delle corbellerie.

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi