Schaeuble dispensa “pagelle” di intelligenza

image.jpeg

Stanco di redigere pagelle soltanto economiche, il simpaticissimo (quasi quanto una cartella esattoriale) ministro tedesco, Wolfgang Schaeuble, reduce dai trionfi elettorali in Meclemburgo dove il suo partito sembra quasi avviato alla scomparsa, ha deciso di dare i voti anche alle capacità intellettive dei suoi partner e dei suo avversari politici. E così, forse dimenticando di condividere un’alleanza di governo con la Spd di Sigmar Gabriel, ha affermato a proposito del vertice di Atene: “Credevo fosse una riunione di leader di partito e non commenterò su questo. Quando i leader socialisti si incontrano, per lo più non viene fuori nulla di molto intelligente”. In effetti, le ricette economiche di Schaeuble e dei suoi amici liberisti hanno prodotto risultati eccezionali. Solo per la Germania, però. E se i risultati per gli altri son questi, la conseguenza è che di una persona così intelligente l’Europa nel suo complesso potrebbe fare tranquillamente a meno: perché non lasciare alla sola Germania il privilegio di godersela?

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi