Fiction su Aldo Moro con Castellitto: Terracina diventa un set cinematografico

-di DIEGO ROMA*-

Terracina – Questa mattina le riprese su viale Circe, dove lo statista aveva una casa in cui trascorreva le vacanze. Tanti i curiosi. Il docu film a maggio per i 40 anni dalla morte.

Sotto un sole primaverile, sin dalla prima mattina a Terracina c’è un’atmosfera speciale. Una troupe sta infatti girando alcune scene di una fiction prodotta per la Rai sullo statista Aldo Moro, rapito dalle Brigate Rosse e poi ucciso il 9 maggio del 1978. a quarant’anni dalla morte, a maggio uscirà questo importante documento cinematografico, protagonista Sergio Castellitto. Così, anche Terracina diventa un set cinematografico. Sì, perché Moro aveva una casa a Terracina, alla fine del lungomare, dove trascorreva le vacanze con la sua numerosa famiglia. Ecco perché, indispensabile è stato per il regista girare le riprese anche nella città del Tempio di Giove. L’immagine dello statista ben vestito sulla spiaggia di Terracina in compagnia della figlia, è parte dell’iconofrafia di Aldo Moro.

Titolo della fiction, “Aldo Moro – Il professore”, regia di  Francesco Miccichè, un film documentario sugli anni in cui Moro alternava la sua attività politica con quella di docente universitario. Si sa ancora molto poco della fiction. Il sito www.tvserial.it, ipotizza l’uscita sulla Rai il 2 maggio, in occasione dei quarant’anni dalla morte, avvenuta il 9 maggio del 1978. Protagonista, si diceva, l’attore Sergio Castellitto, che vestirà i panni dello statista. Sulla pagina facebookSergioCastellittoFanClub, spunta anche una fotografia che riproduce una delle fotografie più drammaticamente conosciute della prigionia di Moro.

La polizia locale ha chiuso il tratto di viale Circe tra via Liguria e via Valle D’Aosta, dalle 7 del mattino alle 18, per consentire le riprese, curate dalla società Aurora Tv. In quella parte finale del lungomare che ancora oggi, guardando quella palazzina, rimanda alla mente Aldo Moro. Inutile dire che per la città, che ha conferito a Moro la cittadinanza onoraria nel 1969 ma poi ha aspettato il 2015 per dedicargli un centralissimo piazzale che affaccia sul mare, sarà un viaggio nel passato. Soprattutto per coloro che, come il giornalista Antonello Di Mario che gli ha dedicato tanto studio, i tanti cittadini che lo hanno conosciuto e ancora lo ricordano, compresi i politici o ex, allora giovanissimi militanti della Dc. Moro quando veniva, viveva Terracina in pieno. Si pianse, racconta ancora qualcuno, quando si seppe del suo rapimento e, poi, della sua morte. Una fiction proverà a riportarlo su questo lido, anche solo per un giorno. Tanti i curiosi che hanno scattato fotografie al set, agli attori, alle auto d’epoca e anche a Sergio Castellitto, che non si è sottratto. Molte le fotografie pubblicate dalla pagina facebook Sei di Terracina se, che ha seguito l’evento per tutta la giornata.

*Fonte: Latina Oggi

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi