Ultimi Articoli

Morto Churkin, “estremista” di Putin all’Onu


575939fdd9f3e.jpg

-di MAGDA LEKIASHVILI-

Il 21 febbraio doveva compiere 65 anni, però un giorno prima del suo compleanno l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vitaly Churkin è morto. È stato ritrovato a New York nel suo studio. Causa della sua scomparsa è stato un attacco cardiaco. Il diplomatico, che rappresentava la Russia alla Onu dal 2006, era un “guerriero” e uno strenuo difensore della politica russa. In particolare, degli intensi bombardamenti sulla città siriana di Aleppo del’anno scorso, per eliminare i ribelli che si opponevano al presidente Bashar al-Assad. Al riguardo Churkin davanti ai suoi collegi aveva affermato che i bambini di Aleppo venivano coperti di polvere, al fin di essere presentati come le vittime dell’offensiva.

La sua ultima riunione al Consiglio di Sicurezza a dicembre, ancora durante l’amministrazione di Obama, era terminata con uno scontro piuttosto teso con l’ambasciatrice americana Samantha Power proprio sulla tema della Siria. Power attribuiva alla Russia la responsabilità del fallimento degli sforzi della Croce Rossa Internazionale e delle Nazioni Unite tendenti ad evacuare Aleppo ed evitare che i civili fossero le vittime predestinate dello scontro tra le diverse milizie. La risposta di Churkin fu semplice e anche piuttosto irridente: “Come se lei fosse Madre Teresa”.

Informazioni su fondazione nenni ()
Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: