Aumenta chi cerca lavoro, sale il tasso di disoccupazione

IMG_8454.JPG

-di SANDRO ROAZZI-

Si assottiglia l’esercito di coloro che non cercano più lavoro: a settembre, in un anno, 508 mila persone hanno lasciato quel limbo nella speranza di trovare una occupazione dopo la lunga recessione. È forse il dato più positivo delle ultime rilevazioni Istat, perché segnala fra le pieghe di una apparente apatia ed incertezza, la scintilla di una nuova speranza che però va irrobustita e non certo osservata con compiacimento “possessivo” dal Governo.

Il fatto è che questa ondata che si sta riversando nel mercato del lavoro rafforza anche un fenomeno stavolta negativo: il rigonfiamento del tasso di disoccupazione che sale sempre a settembre all’11,7%, ovvero uno 0,2% in più su agosto. Segno che l’economia fatica tuttora ad assorbire la richiesta di un lavoro vuoi per carenze di carattere organizzativo (incontro fra domanda ed offerta), vuoi per debolezza del mercato interno, vuoi per i processi di innovazione tecnologica. Ed in quel dato occorrerebbe comprendere inoltre quanto c’entri il… contributo del Jobs act nel generare licenziamenti che, come è noto stanno crescendo.

Il tasso di occupazione risale al 57,5%, buon segno ma “macchiato” da quell’abnorme crescita di occupati fra gli over 50 che dipende dal muro elevato dalla legge Fornero e che separa molti lavoratori dalla pensione. Ed è dubbio che la cosiddetta Ape favorisca con i suoi oneri un ritorno ad una vera flessibilità fra lavoro e pensione.

Diminuisce anche la disoccupazione giovanile che si allontana dal 40% di qualche tempo fa per scendere al 37,1% ed è un fatto che va salutato certamente con sollievo. Ma anche in questo caso non va dimenticata l’alluvione di voucher che ricorda a tutti il nodo persistente della precarietà. Insomma l’occupazione è ancora un tavolo che traballa soprattutto a causa di una economia che cresce in modo troppo moderato come sostiene l’Europa. Il tempo di una vera svolta non è proprio dietro l’angolo

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi