Gorino, quando la storia è solo farsa

IMG_8391.JPG

-di ANTONIO MAGLIE-

Che l’Italia sia stata incapace nell’ultimo ventennio di dotarsi di una coerente politica dell’immigrazione e di governo dei flussi è un dato di fatto che, peraltro interpella i governi di centrodestra e di centro-sinistra senza distinzione con buona pace di Matteo Salvini e degli altri urlato attualmente all’opposizione. Che a Gorino, però, la storia abbia superato la fase della tragedia per manifestarsi immediatamente sotto forma di farsa è un altro dato di fatto da registrare con preoccupazione.

Riepilogando. Una piccola frazione nel ferrarese decide con le barricate di impedire l’alloggiamento in un ostello di un pericoloso manipolo di donne africane compresa una incinta. Il bello, però, è arrivato dopo quando alcuni dei barricaderi hanno usufruito del loro quarto d’ora di notorietà e hanno spiegato in tv le ragioni della rivolta.

Uno ha fatto appello alla paura di ritrovarsi in casa qualcuna delle terribili donne animata da pessime e malavitose intenzioni. Un altro invece ha fatto appello agli interessi turistici del posto, evidentemente rilevantissimi visto che nella frazione c’è solo quell’ostello,irrimediabilmente danneggiati dall’invasione extracomunitaria.

Come direbbe Flaiano,la questione è grave ma non seria e a dare la misura della scarsa serietà ha provveduto Salvini eleggendo i barricaderi a nuovi eroi che impegnati su questa nuova linea del Piave hanno impedito il passaggio dello straniero:dodici donne, una incinta.

antoniomaglie

One thought on “Gorino, quando la storia è solo farsa

Rispondi