Basta morti sul lavoro

– di Pasquino il Templare –

Ma guarda quanto
è strano er monno…
sembra svejasse ogni tanto da ‘n gran sonno
de quelli che dureno temp’infiniti
e lasceno distratti e ‘n po’ rincojoniti
Quarcuno ‘ntanto se chiede “Pe’ chi sona oggi la campana….?”
Pe’ Antonio, pe’ Mario, pe’ Luana?Domani p’artri martiri de’ ‘sto tempo moderno
ch’envece de torna’ la sera a casa finischeno nel riposo eterno
Tre morti ar giorno a causa der lavoro
ma nulla cambia… li stramortacci loro
Piangono lacrime come er coccodrillo
solo quanno della galera c’è l’assillo
Troppo spesso la formazione è scarsa
e la sicurezza vera è più ‘na farsa
Pe’ nun parla’ poi della prevenzione
che pe’ troppi in pratica è ‘n’opzione
In quanto dicheno che è solo ‘na spesa troppo cara
e se risparmia compranno ogni tanto quarche bara…
E se confonne er numero dell’incidenti co’ quello delli morti
numeri sortanto: no figli no fratelli no consorti
dimenticati dopo ‘na messa ‘na corona e du’ discorsi
de gente che nun c’ha nè core nè rimorsi
Ma nun pensa’ solo a spregiudicati imprenditori
che lasciano qui le vittime e l’utili porteno fori
Pensa a chi ha tajato migliaia de posti de ispettori der lavoro
così che ASL e INAIL nun ponno entra’ ‘n fabbrica manco de straforo
a controlla’ veramente e ppe’ davvero
se le norme so’ rispettate o c’è lavoro nero
L’azienne serie, che so’ la maggioranza,
nun se faranno veni’ certo er mal de panza
s’ariva er controllo quanno che tutto è regolare
So’ l’artri, li delinquenti, che nun li vorrbbero fa’ entrare
E allora famo un patto fra l’onesti:
si sgarri nun c’è Cristo vai agli arresti
così vedrai che li morti saranno solo zero
quanno tornerà er rispetto vero
pe’ le regole ma soprattutto pe’ la vita
finché ‘sta vergogna nun sarà finita

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi