Er commento de Pasquino ar novo condono der governo Draghi

– di Pasquino il Templare –

Io che m’aspettavo che co’ te tornasse ‘n cielo terso
vedo peró che te sei subbito perso
sotto ‘na grandinata de sottosegretari
che ppe’ te so’ stati i primi cacchi amari
Ma mo’ nun poi pensa’ che nun secceda niente
se così all’improvvisamente
riparti co’ la zozzata dei condoni
che solo a sentilla ce girano i cojoni
a noi che semo in regola co’ tutto
mentre che quarche farabutto
evade e aspetta che je se rottami la cartella
così che pe’ lui la vita è sempre bella
Sicuro che quarche amico governante
alli cazzacci sua je farà sempre da badante
P’assicurasse er voto pure dell’inferno
e ar potere resta attaccato pe’ l’eterno
Ma famola finita co’ ‘ste pagliacciate
rispettate chi come noi le tasse l’ha sempre pagate
Cambiate strada pensate a trova’ lavoro e fiale
che così avete principiato proprio male
e come giustamente ha detto Bombardieri ….
cercamo pe’ favore d’esse’ seri!

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

Rispondi