Una bella morte

franceschini_bersaniMa la linea di un partito come il Pd la fanno i congressi, in subordine, la fanno i consigli nazionali, le direzioni, insomma gli organismi rappresentativi, le stesse primarie, oppure la fanno le interviste a raffica, a shrapnel di questo o di quello?  Del primo che si alza e dichiara? L’uscita di oggi, sabato 6 aprile, di Franceschini lascia sbalorditi o furibondi (a seconda dei temperamenti). Gli ha fatto male la elezione, al posto suo, di un giovane capogruppo? Fatto sta che uno dei leali collaboratori di Pier Luigi Bersani butta là che bisogna uscire dal complesso anti-Berlusconi e dialogare, oplà, col Cavaliere. Che, come prima risposta, mentre i vari Brunetta gioiscono per il “ravvedimento” di Franceschini, getta sul tavolo 8 proposte-choc  le quali vanno dall’abolizione di ogni finanziamento pubblico ai partiti alla elezione diretta del presidente della Repubblica (il sogno vero del Cavaliere per diventare intoccabile). La prima proposta, per la verità, l’hanno già lanciata alla Camera i deputati “renziani”: a questo punto, essa passerebbe in carrozza visto che ha l’appoggio convergente di Grillo, di Berlusconi e di Renzi e dei suoi. Ma il segretario (sin qui) del Pd non ha continuato a dire, sensatamente, che, così facendo, la politica se la potrebbero permettere soltanto i ricchi? Allora, a quale Pd bisogna che noialtri elettori diamo credito? A quale linea politica?
NB: questo caos (eufemismo) cosmico, questo contraddirsi ad ogni ora viene suscitato nei giorni in cui si prepara un appuntamento decisivo che esigerebbe il massimo di unità, e cioè l’elezione del nuovo presidente della Repubblica da cui dipende anche la possibilità di formare un governo in cui il Pd abbia un ruolo-guida. E pensare che Bindi, Franceschini, Fioroni e C. avevano paura di “morire socialdemocratici”…Così facendo defungeranno e basta, e con loro pure il Pd. Che a me, socialista riformista d’antan, non ha mai suscitato entusiasmi e però, signore e signori, c’è modo e modo di vivere. E magari anche di morire.

Vittorio Emiliani

fondazione nenni

Via Alberto Caroncini 19, Roma www.fondazionenenni.it

One thought on “Una bella morte

Rispondi a Giovanni Palillo Annulla risposta